02 93559483
Lunedì - Venerdì 8.30 - 22.30 | Sabato 9.00 -18.00 | Domenica 9.00 - 14.00
02 93559483
Lunedì - Venerdì 8.30 - 22.30 | Sabato 9.00 -18.00 | Domenica 9.00 - 14.00
Il New York Times svela perchè la caduta del Boeing 737 non è stato un incidente casuale
Condividi questo articolo:
  • 11
  •  
  •  
  •  

Metti un Mi Piace!

Leggi l’articolo per scoprire cosa hanno in comune un infortunio da sport e l’incidente del Boeing 737, se non vuoi che la tua salute precipiti.

Hai presente il Boeing 737 che è caduto ad Addis Abeba dopo solo 6 minuti dal decollo e ha causato la morte di 157 persone?

Inizialmente si pensava che la causa della tragedia fosse dovuto ad un malfunzionamento del software MCAS – un dispositivo che corregge l’assetto dell’aereo e permette di stabilizzarlo – ma in realtà dietro c’è dell’altro.

Il New York Times ha svelato un fatto inquietante che mi ha dato ulteriore conferma su ciò che sostengo da sempre in merito agli infortuni nello sport: ogni incidente non è mai casuale ma c’è sempre la superficialità dell’uomo. .

E chi mi sta intorno lo sa bene.

Dalle prime analisi effettuate, è emerso che i piloti non erano stati addestrati adeguatamente per pilotare quel nuovo modello.

Pensa che i Sindacati dei Piloti avevano dichiarato in tono polemico che il simulatore per quel modello specifico non era disponibile poichè, secondo la compagnia statunitense e l’Amministrazione di Aviazione Federale, il suo utilizzo non era fondamentale dato che questo nuovo modello di aereo avrebbe “facilitato” i compiti del pilota.

In realtà pare che il simulatore non fosse pronto perché quel modello di aereo è stato costruito mentre veniva progettato.

A questo punto la domanda sorge spontanea..

Come hanno ottenuto l’idoneità per pilotare quello specifico modello di aereo?

E’ bastato guardare un video di 3 ore tramite Ipad, dove a grandi linee veniva spiegato la differenza tra questo nuovo modello e il modello precedente e ottenevi l’idoneità per pilotare questo tipo di aereo. (Fonte New York Times)

Ora prima di lasciarti andare a frasi come “io col cavolo che avrei pilotato un aereo solo con l’ausilio di un video di 3 ore” vorrei un attimo che riflettessi sulla situazione in cui si sono trovati i piloti.

Situazione in cui quasi tutti noi ci siamo trovati almeno una volta ad affrontare.

Sicuramente in contesti differenti e con conseguenze diverse, però il principio è sempre lo stesso.

Situazione che se riconosciuta, ti evita di commettere gli stessi “errori” dei piloti e di non rimetterci la salute.

Non so se anche a te è mai capitato di agire con superficialità dopo esserti lasciato andare a considerazioni del tipo “Va bhè è lui l’esperto, se lo dice lui c’è da fidarsi.. “ oppure “se non sa lui queste cose…chi lo dovrebbe sapere”.

O ancora peggio, di avere a che fare con “professionisti” che hanno sottovalutato un problema che ti affliggeva.

Io queste situazioni le ho viste e le vedo tuttora accadere soprattutto durante l’allenamento in palestra.

Situazioni dove sei “costretto” a guardare video su Youtube per imparare ad eseguire determinati esercizi – con il rischio di farti male – perchè lasciato solo senza un minimo di supporto da parte del personale della palestra.

Oppure situazioni dove se soffri di problemi alla schiena, probabilmente ti ritroverai con il problema peggiorato poiché la maggior parte delle schede di allenamento classiche non tengono assolutamente conto del fatto che ogni persona è diversa e si differenzia per:

  • Età
  • Sesso
  • Fisionomia
  • Struttura ossea
  • Struttura muscolare
  • Esperienza nell’eseguire determinati tipi di esercizi
  • Metabolismo

Ti basta pensare a questo: quanto dura mediamente un appuntamento di pre-allenamento in una palestra classica?

Mediamente dai 10 ai 20 minuti.

Usano dei macchinari e delle prove scientifiche? Ti fanno fare delle prove sotto sforzo?

La risposta è no ad entrambe le domande.

Quindi: come puoi aspettarti che le informazioni siano corrette?

Sarebbe come andare a fare una visita dal cardiologo e ricevere una diagnosi senza nessun test o ecografia.

Non avresti qualche dubbio sulla professionalità del dottore? Non ti verrebbe il timore che il medico non sia adeguato?

Chi è cliente del centro Elan Vital (il primo centro a Lainate che mette al vertice la salute)  e quindi ha fatto Elan Test, ha notato subito la differenza tra noi e le altre palestre classiche.

Ad ogni modo, anche tu conoscerai qualcuno che è rimasto “vittima” in una di queste situazioni.

Ecco perché non mi sento di giudicare più di tanto i due piloti che erano a bordo dell’aereo 737.

Come ogni essere umano, i due piloti si erano fidati di chi ne sapeva di più: in questo caso la compagnia stessa che ha progettato l’aereo.

Ed è qui che sta il problema: nonostante si ricevano informazioni incomplete da chi sta più in alto di noi, tendiamo a fidarci a prescindere perché sono loro gli esperti…. almeno fino a quando non accade un disastro.

E se ci fai caso, la maggior parte degli incidenti – in qualsiasi contesto –  avvengono proprio per mancanza di informazioni adeguate, controlli eseguiti con superficialità e incompetenza.

Proprio per questo sostengo che tragedie come queste non accadono mai per caso.

Così come un infortunio in palestra.

Come vedi, stessa situazione in contesti diversi.

Sicuramente se dovessi infortunarti non morirebbero 157 persone…

Ad ogni modo, non saresti il solo a subire un danno.

Pensa che danno potresti arrecare al tuo datore di lavoro se tu fossi costretto a rimanere a casa per due mesi.

O alla tua famiglia, in termini economici, se tu dovessi sottoporti a visite specialistiche.

Il consiglio più saggio che posso darti se vuoi allenarti senza compromettere la tua salute è di affidarti ad un esperto che ti aiuti a definire un piano di allenamento che tenga conto di:

  • Età
  • Sesso
  • Fisionomia
  • Struttura ossea
  • Struttura muscolare
  • Esperienza nell’eseguire determinati tipi di esercizi
  • Metabolismo

Senza questi dati oggettivi non è possibile definire un piano di allenamento efficace che salvaguardi la propria salute.

Questo è il motivo principale per cui ho creato Elan Test, l’unico test di pre-allenamento che a differenza degli altri ti dice cosa devi fare per la tua salute e cosa non devi fare se vuoi ridurre il rischio di subire infortuni o peggio ancora di lasciarci le penne. (Per maggiori informazioni clicca sul link www.elanvital.it/ElanTest).

Allenati a star bene!

Riccardo Lo Presti

Direttore Tecnico Centro Elan Vital

Esperto dell’allenamento che mette al vertice la salute

P.S. Se l’articolo ti è stato utile, segui la pagina Facebook per non perderti i prossimi articoli inerenti all’allenamento in salute!


Metti un Mi Piace!

Condividi questo articolo:
  • 11
  •  
  •  
  •  

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *